Happy Valentine’s Day!!!!!

Buon San Valentino, amici blogger!!!!!!!!! Questa giornata è considerata tipicamente la festa degli innamorati, ma “in present times the scope of the festival has grown beyond lovers to encompass just anyone and everyone we love“. Oltretutto è anche il mio onomastico, quindi……. FESTEGGIAMO!!!!!! (Inutile dire quale splendido e inaspettato dono io abbia ricevuto, perché ormai lo sapete tutti!)

Non vi aspettavate un doppio appuntamento questa settimana, eh? Dopo l’epica impresa della torta domenicale, lunedì pomeriggio mi sono rimessa ai fornelli (anzi ai forni, anzi al forno!) per preparare un regalino per la mia dolce metà. Ma partiamo dal principio… A Natale avrei voluto confezionargli dei biscottini natalizi, così ho comprato dei coppa pasta in tema. Alla fine, però, gli avevo già preso tante altre cose e non sapevo quanto i dolcetti avrebbero potuto reggere nel loro pacchettino sballottati a destra e a manca. Così ho deciso di tenermi questo asso nella manica da giocare in un’altra occasione! Guarda caso, tra le formine per i biscotti da poco acquistate ce n’era una a forma di cuore… Perfetto! L’unico problemino è che il mio bello digerisce tutto – ma proprio tutto tutto tutto, pure le pietre – tranne il glutine, che nella pasticceria gioca esattamente un ruolo marginale! Il glutine, infatti, “conferisce agli impasti viscosità, elasticità e coesione” e senza la sua collaborazione dar vita a qualcosa che lieviti, che non si sfaldi e che non risulti troppo friabile è una vera sfida! Giovedì, di ritorno dalla lezione di pianoforte, sono passata dalla Farmacia Braccio, che è proprio di fianco alla casa della mia allieva: è una meraviglia, sempre fornitissima di prodotti senza glutine di ogni marca (nelle altre farmacie solitamente si comprano su ordinazione). Ho scelto la farina Schär Mix C, confezionato appositamente per i dolci. La maggior parte delle farine dietoterapeutiche è piena di additivi, invece gli ingredienti di questa sono semplicissimi: amido di mais, farina di mais e farina di semi di carrube. La fanno pagare più dell’oro, ma comunque…! Mi sono poi dedicata alla ricerca della ricetta: ho sfogliato pagine e pagine di blog gluten-free e infine ho scelto questa… Viene da uno dei miei blog preferiti!

 

Lunedì 13 febbraio 2012

DUE CUORI E UN BISCOTTINO da asinochileggeancora

350g farina

100g zucchero al velo

250g burro

1 albume

1 pizzico di sale

Per farcire:

10 g di burro

25 g di zucchero

½ uovo

succo di ½ limone

scorza di ½ limone

2 cucchiai di marmellata di arance

2 cucchiai di marmellata di fragole

2 cucchiai di Nutella

Amalgamare il burro, lo zucchero al velo e il sale. Lavorare finché la massa diventa bianca. Aggiungere un albume leggermente sbattuto. Incorporare la farina e lavorare finché diventa una pasta. Formare una palla e mettere in fresco per 1h. Togliere l’impasto dal frigorifero e lasciare riposare a temperatura ambiente per 30 minuti circa. Stendere la pasta a circa 2 mm di spessore e, con l’aiuto di un coppapasta, tagliare delle formine. In metà delle formine creare un foro centrale. Disporrei biscotti su una placca provvista di carta da forno e lasciar riposare al fresco per 15 minuti. Infornare a 200°C per 6-8 minuti e lasciare raffreddare. Spolverizzare i biscotti con il foro centrale di zucchero a velo. Capovolgere i biscotti senza foro. In un pentolino fondere il burro, unire lo zucchero, mezzo uovo, il succo e la scorza del limone e far bollire per circa un minuto. Farcire alcuni biscotti, cospargendo i biscotti senza foro per poi adagiarvi sopra quelli con il foro. In un altro pentolino scaldare la marmellata finché diventa liquida, poi farcire altri biscotti. Ripetere l’opzione la l’altra marmellata. Fondere la Nutella a bagno maria e farcire i biscotti rimanenti.

 Prima foto con il maggggggggico Galaxy W!!!!!!!

L’operazione è iniziata poco prima delle due. Ho adibito il tavolo della sala da pranzo a spianatoia, foderandolo con una tovaglia e con carta da forno. (Naturalmente prima ho trasferito tutte le scartoffie della traduttrice-che-sfrutta-il-tavolo-della-sala-da-pranzo-come-può-visto-che-non-lo-usiamo-mai-per-motivi-conenzionali sul divano e ho allontanato le sedie onde evitare di rovinarle.) L’ho fatto per due motivi: sicuramente perché nella nostra cucina non c’è molto spazio, ma anche per evitare contaminazioni con gli ingredienti degli esperimenti domenicali (il glutine è subdolo e si annida all’interno di ogni minuscola briciola). Ma ora passiamo alla preparazione… Non so se avete presente quanti siano 250 g di burro, ma vi garantisco che sono taaaaaaaaaaaaaantiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!! E come convincerlo a legarsi a 100 g di zucchero 350 g di farina con il solo aiuto di un piccolo albume??? Dovevate vedermi: seduta per terra in salotto davanti al termosifone nella speranza che aiutasse il burro ad amalgamarsi meglio con gli altri ingredienti! Quando però l’impasto ha raggiunto una consistenza decente e ho potuto iniziare a lavorarlo con le mani è stato semplicissimo: in un attimo si è formata una bella palla burrosissima. Intanto dovevo rispondere ai messaggi e alle chiamate del fidanzato perché non si insospettisse… non vi dico che mai avevo! Nell’ora e mezza in cui l’impasto doveva riposare ho anche letto e rivisto la parte di tesi stesa il giorno precedente dall’aspirante giornalista: guadagno più punti??? Ma torniamo a noi… Dopo un’ora in frigo l’impasto era un minimo più solido. Per stenderlo ho cosparso di farina la carta forno, vi ho adagiato sopra la palla e l’ho coperta con un altro foglio di carta da forno (trooooooppo burro!!!!!). E per evitare ogni possibilità di contaminazione ho foderato il mattarello – che comunque non toccava l’impasto – con pellicola da cucina. Temevo che non ne avrei cavato nulla, invece dopo i primi tentativi stortignaccoli ci ho preso la mano e sono riuscita ha preparare dei bei cuoricini! La cosa difficilissima era sollevarli dalla carta forno per metterli sulla teglia, perché sembrava di avere in mano una via di mezzo tra pongo lavorato e sottiletta fusa… insomma, BURROOOOOO!!! A questo punto la ricetta prevedeva che i biscotti riposassero al fresco, ma in frigo tre teglie non ci sarebbero proprio state, quindi ho chiuso le due porte della sala e ho spalancato le finestre: più fresco di così…! La cottura, che visti i precedenti del giorno passato temevo profondamente, è filata liscia come il burro… ups, come l’olio! Me la sono cavata 20 minuti (infornando una teglia per volta). Ma i biscotti erano così friabili che semplicemente appoggiando la teglia su un piano per farli raffreddare, alcuni si sono rotti! Mentre i biscotti si raffreddavano ho preparato la crema al limone, con cui ho farcito i primi. Poi sono passata a fondere la marmellata di arance, seguita da quella di fragole e, infine, dalla gloriosissima Nutella! Ah dimenticavo, ho spolverizzato il biscotti superiore con zucchero a velo preparato dal mitico Bimby. Pur maneggiando i biscotti con estrema cautela, alcuni si sono rotti in mille pezzi… Il momento più buffo è stato quello in cui ho cercato di far entrare tutti e 20 i biscotti nella scatola che avevo preso per l’occasione… Vi dico solo che ho dovuto infilare la scatola nel sacchettino con il coperchio appoggiato sopra, perché di chiuderla non c’è stato verso! Al rientro della traduttrice-che-ormai-vive-a-scuola – ore 19:15 – avevo appena iniziato a pulire!!! Non avevo fatto in tempo a prepararle la cena che desiderava (attenzione, signore e signori: mi era stato chiesto di bollire un uovo sodo!), scusami traduttrice……… Rimedieremo quanto prima!

 

Fra qualche ora arriva il principe azzurro e non vedo l’ora di dargli il suo regalino! So già cosa riceverò, andremo a prenderlo oggi pomeriggio: I can’t wait!

Buona festa dell’amore e dell’amicizia a tutti voi!!!! Un bacino gluten-free!

Annunci

Pubblicato il 14 febbraio 2012 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 8 commenti.

  1. Ma che beeeeeellliiiiiii!!!!!!
    Peccato non poterli assaggiare!!!

  2. Aspettiamo il responso del destinatario del regalo!

    P.S. Finalmente sono riuscita a far venire le due foto vicine!!!

  3. che bello sapere che qualcuno fa quello che io non trovo la voglia di fare! posso usare come scusa che non saprei farli altrettanto bene e mettermi a posto la coscienza? i tuoi post riempiono la mia vita di gioia, buona giornata!

  4. sono meravigliosiiiiiiii! per esperienza i prodotti Schar sono i più buoni in assoluto: grissini che non sanno di carta cuki, pane che si può addentare senza filo passare per almeno 20 min in forno etc etc
    Ma sti biscottini sono fantastici! Sai che non sapevo si dovessero fondere nutella e marmellate prima di farcirli?? io li avrei spalmati così, probabilmente rompendo i pochi biscotti sopravvissuti….
    buon san valentina a te!!!!!

  5. che bello essere giovani e innamorati!

  6. Che belli tutti i vostri commenti, grazie!!! Il responso è stato molto positivo, evviva!

  7. grazie amore sono buonissimi <3, ti amo ❤

  8. My pleasure ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: