Il pasticcere riflessivo

Allora, diciamo che il dolce di oggi – la chicca che vi avevo promesso – non è stato un successo. Proprio no. Diciamo che manco di esperienza in questo settore. Diciamo che ho sbagliato tutto quello che potevo sbagliare. Diciamo che continuare a ripetere di aver sbagliato non serve a niente. Come ribadiscono all’università un minuto sì e l’altro pure, la riflessione sta alla base del processo di crescita. Quindi riflettiamo.

 

COSA È ANDATO MALE:

  • ho unito due ricette e le dosi erano riferite a porzioni differenti;
  • ho sostanzialmente sprecato 2 uova, 80 g di farina e 60 g di zucchero;
  • ho steso uno strato di composto troppo spesso;
  • ho cosparso il canovaccio con troppo zucchero semolato;
  • ho sottovalutato l’elasticità del pan di spagna, non arrotolandolo in modo sufficientemente stretto;
  • ho cercato di farcire con quanta più crema possibile per non avanzarne, finendo per spargerla per tutta la cucina;
  • ho nuovamente ecceduto con lo zucchero a velo;
  • ho sfogato la mia delusione sul povero principe azzurro, che ha avuto la sfortuna di chiamarmi poco fa.

COSA È ANDATO BENE:

  • la cucina è ancora in piedi;
  • tutte le parti del mio corpo sono ancora attaccate;
  • ho montato i bianchi a neve ferma;
  • la cottura in forno è stata perfetta;
  • la lavastoviglie ha potuto dare il suo prezioso contributo;
  • ho avuto l’idea di surgelare gli avanzi;
  • ho pulito tutto;
  • ci ho provato fino in fondo;
  • fatta eccezione per il principe azzurro, non ho maltrattato nessuno.

COSA HO IMPARATO:

  • montare gli albumi a neve ferma;
  • preparare il composto per il pan di spagna;
  • cuocere il pan di spagna;
  • preparare la crema pasticcera (senza latte).

COSA DEVO ANCORA IMPARARE:

  • arrotolare il pan di spagna;
  • quali siano le corrette dosi per preparare la crema pasticcera necessaria per un rotolo;
  • assemblare un rotolo;
  • spolverizzare con lo zucchero a velo.

Ora mi sento meglio. Posso postare la ricetta, che vi consiglio di non seguire. Presto ritenterò nell’impresa, apportando alcune correzioni. Vi farò sapere…

 

Domenica 25 marzo 2012

ROTOLO FARCITO di Passioni Dolci e Torte Salate e FraGolosi

Per il pan di spagna:

3 uova

120 g di zucchero a velo

125 g di farina

1 pizzico di sale

scorza grattugiata di 1 limone

Per la crema pasticcera (suggerisco di utilizzare un terzo di queste dosi):

½ l di acqua

80 g di zucchero

3 tuorli

50 g di farina

scorza di 1 limone

Per completare:

zucchero a velo q.b.

Montare gli albumi a neve con un pizzico di sale. Sbattere i tuorli con lo zucchero a velo fino a ottenere una crema. Incorporare la farina setacciata e la scorza di limone grattugiata. Incorporate gradualmente, sempre sbattendo, lo zucchero fino a che sia completamente sciolto. Unire gli albumi, mescolando dal basso verso l’alto per non smontarli. Stendere uno strato sottile di composto su una placca foderata di carta forno e infornare a 180°C per 8-10 minuti (fino a quando inizia a dorarsi). Appena sfornato, capovolgere il pan di spagna su un canovaccio cosparso di zucchero semolato e arrotolarlo su se stesso il più stretto possibile. Mentre si raffredda, preparare la crema pasticcera. Lasciare bollire l’acqua con la scorza di un limone, fino a quando diventerà leggermente gialla. Eliminare, quindi, la buccia di limone. Nel frattempo, montare i tuorli con zucchero. Unire, poi, la farina setacciata e, a poco a poco, l’acqua. Portare su fuoco dolce e, mescolando continuamente, lasciarlo sobbollire fino a quando raggiungerà la consistenza desiderata. Togliere da fuoco e versare in un contenitore leggermente bagnato. Srotolare il pan di spagna, farcirlo con la crema e arrotolarlo nuovamente, facendo attenzione a stringere molto. Adagiare il rotolo su un piatto di portata e spolverizzare con zucchero a velo.

 

 Il San Bernardino…

… e il Gottardo 😦

 Fidatevi, dal vivo è ancora peggio!

Sbagliando si impara. Speriamo che questa volta basti un solo errore. Passo e chiudo.

Ah no, ancora una cosa………

Un saluto sorridente a tutti i miei lettori, tornate presto!!!

 😀

Annunci

Pubblicato il 25 marzo 2012 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 7 commenti.

  1. Nooo, hai maltrattato il principe azzurro??? (anzi, direi quasi il “principe verde”)

    A parte gli scherzi, non tutte le ciambelle riescono con il buco ma la tua capacità di analisi è notevole. Vedrai che andrà meglio la prossima volta 🙂

  2. La prossima volta verrà meglio =)! Ti amo ❤

  3. A vederlo sembra bellissimo!!! Ma lo potrò mangiare solo con gli occhi o pure con la bocca?
    Firmato: la traduttrice golosa

  4. valemariasole

    Dipende da te… Torni digiuna o cenata?

  5. valemariasole

    Quanto manca a domenica prossima?????? E’ da quando ho messo il rotolo in frigo che ho voglia di rimettermi all’opera!!!!! Ho appena finito di trascrivere alcune ricettine che non vedo l’ora di provare!
    Meno male che il principe azzurro è un divoratore di dolci, così quando preparerò le torte per lui potrò quanto meno raddoppiare il ritmo!

  6. Sei una meraviglia valemariasole!!! Come capisco la tua frustrazione… Sara’ per quello che non mi ci metto neanche alle prese con forno and Co???! Cmq per quanto mi riguarda puoi raddoppiare il ritmo gia’ da adesso… Tipo la torta della domenica per la mamma e quella del giovedi’ per la gia?!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: