L’antipasqua

Cari amici bloggers, quanto tempo!!!! Scusate questa lunga assenza, ma sono stata un po’ impegnata: studio, lezioni, tirocinio, lavori di gruppo, vacanze… A proposito, le mie vacanze di Pasqua (o meglio, i due giorni che ho adibito a VERA vacanza) sono state bellissime, e le vostre?

La torta di cui vi voglio raccontare – che esattamente 7 giorni fa mi accingevo a preparare – è un po’ speciale. Non è stata certo un gran successo, ma merita un posticino in questo blog! Nasce dal desiderio di essere ecofriendly e usare prodotti di stagione… Quali sono i frutti di marzo-aprile? Forza Google, siamo tutti con te: arance, banane, fragole (????), KIWI, limoni, mele e pere. E kiwi sia!!!! Dopo alcune ricerche ho selezionato una ricetta un po’ particolare: non solo niente latticini, ma nemmeno uova… Oh yes, signore e signori: una ricetta vegana!

Ma come, proprio a Pasqua??????

Be’, effettivamente… A mia discolpa posso solo dire che l’ho preparata il venerdì santo!

 

Venerdì 6 aprile 2012

TORTA AI KIWI di Torte al cioccolato

250 g di farina

75 g di fecola di patate

70 g di zucchero

2 cucchiai di olio

4 kiwi (non troppo maturi)

scorza grattugiata di 1 limone

1 pizzico di sale

1/2 bustina di lievito dolci

zucchero a velo q.b.

Lavare i kiwi, sbucciarli, tagliarli a pezzi e frullarli. Aggiungere l’olio, il sale, lo zucchero e la scorza grattugiata del limone. Incorporare la fecola di patate e, successivamente, la farina poco per volta. Infine, unire il lievito. Versare il composto in una tortiera e infornare a 180°C per 80 minuti. Lasciar raffreddare e spolverizzare con lo zucchero a velo.

 

Qualche microscopico passo avanti verso la frontiera del food design… Opera della traduttrice!

 

Quali errori questa volta?

  • Ho preso eccessivamente alla lettere la ricetta, che diceva di non usare kiwi troppo maturi;
  • memore della torta precedente, ho impostato il forno alla la temperatura indicata (anziché a 20°C in meno, come ho capito funzionare con il mio forno);
  • sempre scioccata dall’esperienza della settimana precedente, ho lasciato la torta in forno per 50 degli 80 minuti richiesti (e considerate che quando riduco la temperatura di 20°C solitamente dimezzo i tempi di cottura);
  • per qualche strano motivo (la traduttrice sostiene sia colpa dell’umidità… bah…) il Bimby si è rifiutato di trasformare lo zucchero semolato in zucchero a velo;
  • ok, anche la ricetta non ha aiutato: passi il lactose free, ma addirittura vegan…!!!

Per fortuna è quasi domenica e potrò presto tentare di rifarmi!!! Un unico indizio……… recupererò tutte le uova in arretrato 😉

Keep in touch!

Annunci

Pubblicato il 13 aprile 2012 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 7 commenti.

  1. Ah dimenticavo! La torta (sfornata sette giorni or sono) non è ancora finita…… e questo è tutto dire!!!

  2. Ce ne sono 11 in frigo, puoi lanciarti (non “lanciarne”) a volontà!!!

  3. Hihi! Intanto al momento ho una fetta di torta in bocca 😛

  4. In effetti questa torta era veramente taaaaanto free!! In bocca al lupo per domani mattina!!!! Ti amo ❤

  5. allora che si sappia, anche se la traduttrice la vorrebbe tutta per sé, lunedì pomeriggio sarò lì per il mio assaggio settimanale che me ne sono già persi un sacco… Concentrati Vale, siamo tutti con te!!!!

  6. Aaaaaaa aiuto ci proverò con tutta me stessa!!! 😉

  7. Mia cara Gia, arriva armata di molto appetito!!!!!!!!!!!! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: